domenica 11 febbraio 2018

Inaccettabile quanto accaduto alla Cinque Mulini! Deriso dallo speaker un ragazzo per il peso


LA REPLICA dello SPEAKER
Fabrizio Manni scrive sui social (gruppo FB Atleti - Atleti Disagiati "ol over the uord" -) una cosa gravissima. A stretto giro di posta altri presenti confermano l'accaduto e il fatto diventa virale.
Alla Cinque Mulini un ragazzo è stato deriso malamente dallo speaker. Fatto gravissimo che viene confermato come scritto da molti altri presenti. Il ragazzo, a parziale correzione di quanto sotto riportato, sembra che sia stato fermato perché era stato concordato con l'organizzazione che avrebbe corso un solo giro.

L'unico ad aver compiuto un solo giro e con un divario enorme dagli altri è Marco Ascari e oggi siamo tutti Marco Ascari!

Di Fabrizio Manni:

Faccio una mia piccola riflessione. 
Oggi ho provato a mettermi nei panni di un ragazzo e vorrei che provaste a farlo anche voi. Non voglio né fare la morale né cose del genere.. voglio solo condividere un mio stato d'animo che ho provato oggi.

PREMESSA: alla gara assoluta della 5 mulini possono partecipare TUTTI i tesserati fidal di quella categoria (nessuno escluso).

Oggi alla gara assoluta della 5 mulini un ragazzo, che soffre di obesità, al passaggio del primo km era ultimo.
Dalla tribuna si potevano vedere le immagini dalla Rai proiettate sul maxischermo e ad un certo punto, forse casualmente, lo hanno inquadrato.
Lo speaker ha commentato l'immagine definendola "un insulto all'atletica, questo che vedete non è sport.." e così via.
Praticamente, davanti a tutto il pubblico è stato deriso un ragazzo che semplicemente stava partecipando ad una gara.
Penso che questo speaker (se così possiamo definirlo) rovini solamente quello che è l'atletica e soprattutto lo sport in generale.

1)innanzitutto ho provato a mettermi nei panni di questa persona e, onestamente, mi sarei sentito umiliato.
2) era regolarmente iscritto, quindi poteva partecipare. Del resto questa gara non richiedeva il minimo.
3) lo hanno fermato dopo un giro. Alla fine della gara in molti sono stati doppiati quindi non si può dire che ostacolava: secondo questa logica allora tutti i doppiati dovrebbero essere fermati.

Lasciando a parte se sia giusto o sbagliato prendere parte a queste gare (che sarebbe un altro discorsi), mi piacerebbe sapere voi cosa ne pensate di quello che è accaduto oggi.

Tutto questo è inaccettabile! Non so nemmeno se possano bastare le scuse, quello che è certo che una presa di posizione da parte dell'organizzazione della Cinque Mulini e della Fidal regionale è DOVEROSA!

29 commenti:

  1. Io sono un runner e penso che Solo per il fatto di essersi iscritto ad una gara, pur magari non avendo la preparazione adatta, questo atleta è da ammirare e sostenere. Sicuramente è molto più bravo lui di chiunque passi la giornata sul divano a guardare la televisione. Lo speaker andrebbe cacciato e l'organizzazione dovrebbe fare delle scuse ufficiali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso uguale !
      Una persona che è obesa e si dà da fare è un grande !

      Elimina
  2. Un comportamento inadeguato di questo speaker, se il partecipante è in regola con quanto richiesto dall'organizzazione ha tutto il diritto di gareggiare secondo le sue possibilità. L'organizzazione dovrebbe stabilire dei tempi massimi. Spero comunque che sia stato fatto presente allo speaker che non stava commentando "paperissima "

    RispondiElimina
  3. e da ammirare e da sostenere! ho marito in sovvrapeso, che da poco iniziato a correre... non è facile perdere peso e nemmeno trovare la motivazione per correre quando si ha tanti chili e poco fiato. va 7.30/km ma va... e ogni volta che torna sono più fiera di suoi allenamenti che di miei. Se mi dicesse che vuole inscriversi, anche per arrivare l'ultimo, ma pur sempre arrivare sarebbe una grande cosa perché ci vuole coraggio... coraggio più grande di quando sii atletissimi e velocissimi.

    RispondiElimina
  4. La stragrande maggioranza delle gare (dai cross alle ultra maratone) è sostenuta da noi Amatori, se partecipassero i soli "campioni" non ne sopravviverebbe UNA dunque VERGOGNATI signor speaker e FORZA MARCO!

    RispondiElimina
  5. "un insulto all'atletica, questo che vedete non è sport.."
    Sarà, ma io ho un'idea diametralmente opposta, è esattamente il contrario, è questo lo sport vero: Partecipare alla 5 Mulini, non fare lo speaker. Semplicemente un idiota.

    RispondiElimina
  6. ciao, io sono parte dell'organizzazione della manifestazione e precisamente la persona che ha trattato con Marco la sua iscrizione. con Marco è dal giorno del Campaccio che siamo in contatto per poterlo fare gareggiare con tutte le carte in regola. Pensavamo potesse gareggiare in una gara del mattino ma la categoria Fidal a cui appartiene è quella dei senior, quindi per noi è la gara internazionale. Marco ha accettato di gareggiare lì e per il comitato organizzatore e per i giudici non c'è stato problema. noi siamo stati contenti, lo abbiamo tifato e sostenuto e all'arrivo l'intero stadio era con lui. per il resto lo speaker ha esternato una sua opinione strettamente personale non condivisa dagli organizzatori..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa risposta è ancora più vergognosa di quanto successo sul campo di gara! E comunque, a quanto leggo, Marco è stato talmente "sostenuto" da farlo ritirare. Parlare dello speaker come se fosse estraneo all' organizzazione è patetico. Se fa parte dell' organizzazione sarebbe ora che qualcuno si prendesse la briga di porgere le scuse a questo "Atleta". E magari cambiate speaker. Tanto la faccia l' avete già persa.

      Elimina
    2. Il bel tacere gentile Signora Mezzanzanica, è prerogativa e vanto di pochi. Non certo suo. Tranquilla io non parteciperò a questa manifestazione VERGOGNOSA!

      Elimina
    3. sicuramente lo speaker è un ciccione nel cervello e marco lo batterebbe:-)

      Elimina
    4. Come organizzazione dovete semplicemente annunciare che lo speaker non sarà presente alla prossima edizione, solo questo potrà ridarvi credibilità

      Elimina
  7. Buongiorno a tutti. Io sono un Istruttore di Nordic Walking, ma arrivo dalla corsa e dall'atletica. Sono presidente di una ASD e pratichiamo anche n.w. Agonistico. Lo speaker in questione invece di far notare il sovrappeso del giovane atleta (perché comunque chi partecipa ad una attività sportiva per me è un atleta) avrebbe dovuto invitare tutte le persone in sovrappeso e soprattutto sedentarie a prendere esempio ed esaltare la prova. Ci scommetto che lo speaker in questione, se avesse partecipato, non lo avrebbe nemmeno terminato il primo giro. Onore al ragazzo a cui auguro di continuare e non avvilirsi e allo speaker di tornare sui suoi passi e fare un giro di corsa per dimostrare che è più bravo di quelli che critica o offende.

    RispondiElimina
  8. Deridere una persona per il suo peso è un comportamento da imbecille oltre che da immaturo. Il comportamento dello speaker non è assolutamente giustificabile.
    L'atleta che decide di iscriversi a un cross di livello internazionale come questo, a mio personale parere, dovrebbe farlo comunque con una certa consapevolezza delle proprie capacità e dei propri limiti, se si preferisce andare in un contesto organizzato (ristori, assistenza, compagnia ed un minimo di motivazione e gratificazione in più) piuttosto che al parco o in ciclabile per conto proprio, le gare competitive ed amatoriali non mancano di certo.
    Per quanto possa sentirmi vicino a Marco Ascari per il trattamento inqualificabile ricevuto il giorno della gara (ripeto, è un comportamento ingiustificabile), credo che abbia fatto un errore di valutazione (magari dettato semplicemente da poca esperienza) quando si è iscritto proprio a quell'evento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è stato iscritto vuol dire che Marco è in regola qualunque sia il suo ritmo e il comportamento di organizzatori e speaker è una vergogna per il mondo dello sport

      Elimina
  9. Parlo con l atleta..
    Non pensare a quanto è stato detto, non ti riguarda. Tu hai un obbiettivo, inseguito e piano piano arriverai al TUO SOGNO è quello non te lo leva nessuno. Inizia giorno per giorno il tuo cammino, scrivi la TUA STORIA e non ti curare se qualcuno ti guarda, tu pensa solo a chi sei e dove arriverai...Auguri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo, complimenti, mi sono commosso.

      Elimina
  10. Lo insultano e umiliano, dopo avergli fatto pagare la quota di tesseramento e l'iscrizione... complimenti fidal... fidal... ma ci stupiamo ancora?

    RispondiElimina
  11. Ciao a tutti! Mi chiamo Marco Stracciari, tessato fidal da lungo tempo e neo speaker per manifestazioni podistiche (attivita' che svolgo senza scopo di lucro). Mi associo allo sdegno generale: mai mi permetterei di prendere in giro o insultare un concorrente solo perche' questo e' particolarmente lento o corpulento. Bisogna comunque considerare il fatto che la gara "Assoluti" dovrebbe essere ad uso esclusivo degli atleti di livello "Assoluto". Per chi va a 4'30 (e ho visto un utente citare giusto questa media) vi sono le varie categorie "Amatori" dove tutti si possono misurare con andature di vario tipo. Mi ripeto, comunque niente e nessuno da' l'autorizzazione a speaker, organizzatori ed altri di insultare atleti o comunque deriderli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è stato iscritto vuol dire che Marco è in regola qualunque sia il suo ritmo e il comportamento di organizzatori e speaker è una vergogna per il mondo dello sport

      Elimina
  12. Sono stati rimossi tutti i commenti che figuravano in forma anonima

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Sono anche io Marco Ascari, è lui la vera atletica, lo sport fatto per passione a non solo per competizione o denaro, il vero atleta è Marco e lo speaker andrebbe additato alla gogna mediatica come tutti quelli che non riconoscono i veri valori dello sport, lui è un insulto allo sport. Ho fatto sport in posizioni di vertice cosi' come in coda al gruppo e mai mi sono sentito di criticare chi per tecnica o per condizione fisica era in difficoltà. Forza Marco siamo tutti con te e non con l' imbecille che ti ha infamato !!!!!!

    RispondiElimina
  15. Lo speaker sembra essere tale Walter Brambilla, boicottiamo qualunque gara in cui sia coinvolto, è l' unico modo per escludere dall' ambiente una persona che non è degna di frequentarlo

    RispondiElimina
  16. Ci vuol più coraggio e vera forza agonistica ad affrontare la gara cosi come ha fatto Marco Ascari e si merita solo ed esclusivamente degli applausi e la sincera ammirazione di tutti. La giustificazione dello speaker è ancora peggio dello stesso insulto che ha dato allo sport e all'atleta ( e sottolineo ATLETA ) Marco Ascari...si vada a nascondere...non mancheremo di ricordarLe la Sua ignoranza con grande piacere ogni qual volta dovremmo incontrarla.....

    RispondiElimina
  17. Caro Marco, leggere la tua storia mi lascia tanto amaro in bocca.
    Adoro correre e nonostante il Parkinson da 10 anni e una protesi all'anca, mi sono sempre dedicata al mio sport preferito. Ora però sono costretta a smettere. Se devo scegliere a chi lasciare il mio testimone, scelgo TE. Sono certa che hai la mia stessa forza, la mia stessa determinazione, la mia stessa tenacia. CORRI MARCO. CORRI ANCHE PER ME . CORRI COME IL VENTO CHE SOFFIA......

    RispondiElimina
  18. Credo che esista una differenza tra sport e attività fisica.

    RispondiElimina
  19. Come tanti che corrono, ognuno di noi ha la sua sfida, il suo obiettivo, il suo allenamento e la sua soddisfazione quando realizza quello che voleva fare o anche quando solo taglia un traguardo impensabile. Quante volte mi son venute le lacrime agli occhi per aver terminato gare che non avrei mai creduto e quanto mi son rimaste dentro le emozioni stupende di quelle gare. Il vero sport è questo. Forza Marco e un forza a tutti quelli che corrono!!

    RispondiElimina
  20. una società che pone sempre il valore della competitività come principio cardine alla fine crea a valanga questi miseri speaker, quindi forza Marco perché rappresenti tutta una categoria umana che non si arrende ! Grazie

    RispondiElimina
  21. Fatto gravissimo, ed aggravato dal fatto che le offese ingiustificate ed ingiustificabili, sono pure aggravate da un altro aspetto. Il ragazzo in questione non si era iscritto alla 5 mulini assoluti, ma alla gara master quindi quella meno competitiva dal punto di vista prestazionale, ma a causa della sua età i giudici hanno imposto al ragazzo o corri nella tua reale categoria o non puoi partecipare. A mio avviso le offese deventano ben peggiori, perché oltre a umiliare una persona per un problema fisico reale, lo tacci anche di sopravvalutarsi come atleta.

    RispondiElimina